Quella volta che ho vestito i modelli di Calvin Klein, part 1

E’ sì cari miei. Avete presente quelle meravigliose creature che vedete in tv o nelle riviste di moda? Strapagate, bellissime, magrissime e perfette? Ebbene, non sono nemmeno in grado di vestirsi da sole. Sì avete capito bene. E come lo so? Perchè sono stata una dresser volontaria ad una sfilata di Calvin Klein. Cos’è una dresser?, direte voi. E’ una persona che aiuta i modelli/e nel backstage delle sfilate a vestirsi il più velocemente possibile  prima di sfilare sulla passerella. E’ un lavoro di grande responsabilità! Una dresser deve studiare in maniera perfetta il look che lo stilista ha scelto per quel determinato modello/a (attraverso alcune foto), deve poi assicurarsi che quei vestiti a lui/lei destinati siano in ordine e soprattutto che ci siano tutti e per finire deve vestire il modello/a di turno e svestirlo/a poi a fine sfilata. Sì, vestire e svestire.

La mattina della sfilata mi reco tutta intimorita all’appuntamento nello showroom di Calvin Klein: non sapevo cosa aspettarmi, era la mia prima esperienza e non volevo fare brutte figure, tanto che la sera prima avevo cercato su Google Images una foto di Calvin per essere pronta nel caso mi si presentasse davanti… Lo showroom è enorme, tutto bianco, minimale, proprio nello stile Calvin Klein. I vestiti sono tutti divisi a seconda dei modelli che li indosseranno e appesi su alcuni carrelli. Ma cosa c’è in quelle buste trasparenti? Mutande da uomo? Mah…

Mentre mi guardo intorno cercando di immagazzinare ogni minimo dettaglio, ecco che la prof. incaricata di organizzare e supervisionare noi dressers entra nel grande loft bianco e affida a noi volontarie diversi compiti: c’è chi deve usare uno strumento tipo il Vaporetto per togliere alcune pieghe rimaste sulle camicie, chi con le forbici deve tagliare le etichette più ingombranti, chi, come me, deve togliere gli adesivi bianchi dalla suola delle scarpe (mentre le modelle camminano non è professionale che si intraveda il bianco delle etichette).

E improvvisamente, quando tutto è pronto, inaspettatamente, senza avvisarci, così, di punto in bianco, la prof. grida: “fate entrare i modelli!!!”.

Anna

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Celebrities e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Quella volta che ho vestito i modelli di Calvin Klein, part 1

  1. Arianna ha detto:

    Fantastico!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...